Memorandum of Understanding on Diligent Search Guidelines for Orphan Works

European Digital Libraries

Abstract


Nell’ambito dell’iniziativa Biblioteche Digitali Europee, finalizzata alla creazione di un punto di accesso multilingue al patrimonio culturale europeo,i sottoscritti:
– consapevoli dell’importanza  delle Biblioteche Digitali Europee (European Digital Libraries, EDL) e della necessità di
conservare il patrimonio culturale europeo e garantirne l’accessibilità;
– tenendo conto del fatto che i materiali, in particolare quelli più vecchi, possono contenere opere i cui titolari dei diritti non sono individuabili o, qualora lo siano, non sono più reperibili;
– ponendo l’accento sul rispetto del diritto d’autore e dei diritti connessi, nonché dei diritti morali ed economici, in relazione all’uso di opere orfane;
– sottolineando la necessità di adeguati margini di certezza per le istituzioni culturali che trattano opere orfane, in relazione alla digitalizzazione e all’accessibilità on-line di tali opere nell’ambito dell’iniziativa EDL;ritenendo che gli standard di dovuta diligenza possano essere stabiliti al meglio in collaborazione con le parti interessate, quali i rappresentanti dei titolari dei diritti e le istituzioni culturali;
– essendosi impegnati attivamente e su base volontaria alla definizione di linee guida generali sulla dovuta diligenza, intese come strumento pratico e flessibile per aiutare a individuare e reperire i titolari dei diritti, ai fini dell’uso legale delle opere orfane, convengono quanto segue:
1. che, le linee guida per operare con la dovuta diligenza (Rapporto congiunto e Rapporto/i di settore), siano applicate,
nella misura del possibile, quando si ricercano i titolari dei diritti e che un’opera possa essere considerata orfana solo se i criteri pertinenti, ivi compresa la documentazione relativa alle procedure di ricerca, siano stati applicati pur senza reperire i titolari dei diritti;
2. che le linee guida siano promosse come accettabili standard di una dovuta diligenza nel trattare le opere orfane all’interno dell’Unione Europea, e che le organizzazioni o le istituzioni nazionali degli Stati membri siano incoraggiate a mettere in relazione le informazioni generiche fornite dal  Rapporto congiunto e dai Rapporti di settore con le risorse informative nazionali, se e quando possibile;3. che sia incoraggiato e sostenuto l’ulteriore sviluppo di strumenti per l’identificazione delle opere orfane e di meccanismi atti a favorirne l’uso legale, e che sia incoraggiata anche l’adozione di adeguate misure atte a prevenire i casi di opere orfane nel futuro;
4. che la Commissione sia invitata a richiedere ai firmatari di monitorare l’applicazione delle linee guida dopo un  determinato intervallo di tempo, pari ad esempio a un anno.
Opere, orfane

Keyword


Opere; Orfane; Protocollo; Intesa; Linee; Guida

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.