L’archivio storico LUCE e il passaggio dall’analogico al digitale: una questione di numeri

Luigi Oggianu

Abstract


L’ oggetto della trattazione fa riferimento ai circa 12 milioni di km di pellicola cinematografica e ai 3 milioni di immagini fotografiche in matrice originale (negativa  o  invertibile),  che  l’Archivio  Storico  dell’Istituto  LUCE  (L’Unione Cinematografica Educativa) ha prodotto o ha acquisito nel corso del secolo scorso, che conserva, promuove e di cui detiene la piena titolarità dei diritti.
Vale la pena di sottolineare brevemente l’aspetto della matrice originale, perché fin dall’avvento delle prime tecniche foto-cinematografiche ottocentesche, l’immagine comincia ad essere facilmente riproducibile e, per ovvi motivi di ordine
pratico, ai fini della loro rappresentazione e diffusione, normalmente ne vengono utilizzate le copie, mentre la matrice originale (il negativo-scena che è stato impressionato all’interno della macchina da presa cinematografica o della fotocamera) ha una vita separata e distinta.

Keyword


Istituto; Luce; Archivio; Archivi; Cinema; Cinematografo

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.