I tavoli tecnici del Cnipa sulla dematerializzazione

Maria Guercio

Abstract


Dopo una lunga e tormentata fase normativa (peraltro non ancora conclusa) dedicata ai processi di digitalizzazione dei sistemi documentari, grazie da un lato all’iniziativa del Centro  nazionale  per  l’informatica  nella  pubblica amministrazione     (Cnipa) e del Dipartimento per  l’innovazione e  le tecnologie,  dall’altro e soprattutto alla costante e determinata attenzione della Direzione generale degli archivi (in particolare di Maria Grazia Pastura), sembra finalmente arrivato il momento della riflessione e della concertazione tra le istituzioni competenti,  gli esperti  di settore, il mondo della ricerca applicata. Ha infatti preso il via a partire dal novembre 2004 un  gruppo di lavoro  finalizzato a risolvere (o almeno ad affrontare con maggiore consapevolezza) i nodi complessi della dematerializzazione delle memorie documentarie nell’ambito dei programmi di e-government. In particolare, il gruppo di lavoro – cui partecipano tutte le  amministrazioni  centrali  competenti  (la Presidenza del Consiglio, il Dipartimento per la funzione pubblica, il Ministero per i beni e le attività  culturali,  il  Ministero  dell’economia  e delle  finanze,  il  Ministero  della  giustizia,  il Ministero dell’interno, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali) – ha analizzato la normativa e le prassi in uso  nei  diversi contesti amministrativi, ha realizzato un programma di audizioni di associazioni di categoria e professionali (tra cui l’Associazione nazionale archivistica  italiana,  l’Assinform, il  Consiglio del notariato) e, in conclusione, ha deciso di dar vita a dieci tavoli tecnici incaricati di approfondire gli aspetti regolamentari, tecnici, organizzativi e professionali delle attività di digitalizzazione

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.