La norma ISO per i file PDF

Alessandra Ruggiero

Abstract


I l 24 ottobre l’Ente nazionale italiano di unificazione  (UNI)  ha  dato  notizia  sul  suo  sito web  della  pubblicazione  di  una  norma  ISO (International Organization for Standardization) per  i  documenti  elettronici  in  formato  PDF
(Portable  Document  Format),  che  dovrebbe assicurare  agli  utenti  di  poter  archiviare  documenti  elettronici  garantendo  tempi  lunghi  di conservazione sia dei testi sia delle immagini.
Il PDF – un formato digitale per presentare i documenti – è ormai diventato il formato standard  per  lo  scambio  e  la  conservazione  dei dati, grazie anche alla sua notevole capacità di compressione dei file di dati. Si  tratta  della  norma  ISO  19005  Document management  -  Electronic  document  file  format for long term preservation - Part 1 Use of PDF 1.4 (PDF/A-1), che ha lo scopo di definire  un  formato  di  file  denominato  PDF/A, basato sul PDF, che assicuri l’accessibilità dei documenti  nel  tempo,  indipendentemente dagli strumenti e dai sistemi utilizzati per creare,  archiviare  e  conservare  i  file.  Secondo Stephen  Abrams,  che  gestisce  i  programmi
della Biblioteca dell’Università di Harvard: «La pubblicazione  della  norma  PDF/A  avrà  un notevole  impatto  sulla   conservazione  dei documenti elettronici, in quanto definisce un
formato  normalizzato  e  internazionalmente riconosciuto  adatto  a  garantirne  la  conservazione nel tempo.

Keyword


UNI; ISO; PDF; PDF/A; NARA; ISO/TC; Consultazione; Document management; Harvard; Sullivan;

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.