I primi risultati della sperimentazione di MOVIO

Gruppo di sperimentazione di MOVIO

Abstract


Lo scorso 19 marzo, presso la Biblioteca nazionale centrale di Roma, sono stati ufficialmente presentati il progetto MOVIO e le prime mostre virtuali realizzate con questo software. Come già anticipato in un precedente fascicolo di questa rivista, MOVIO è un kit open source con cui archivi, biblioteche e musei possono realizzare mostre virtuali per dare risalto ai propri capolavori e valorizzare il patrimonio meno noto, quello che spesso rimane chiuso in magazzini per mancanza di risorse e occasioni in cui essere presentato. L’ICCU, da sempre impegnato nella diffusione dell’uso delle tecnologie digitali per i beni culturali, ha potuto realizzare MOVIO grazie al
contributo della Fondazione Telecom Italia

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.