Lavori in corso alla Biennale di Venezia: alcune attività dell’ASAC nel triennio 2005-2007

Giorgio Busetto

Abstract


«Ogni progetto di digitalizzazione non può prescindere da un’attività di catalogazione di cui non è un sostituto stante la difficoltà e l’estrema competenza necessarie per “leggere”
un’immagine traducendo in parole contenuti iconici, tecniche esecutive, autori ed epoche di esecuzione da ricostruire in base ad analisi tecniche, formali ed indiziarie» .
Con la cronaca su «DigItalia» del lavoro in corso all’Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Fondazione La Biennale di Venezia (ASAC) ci eravamo lasciati  a  settembre  2006,  dopo  che  alla  63ª  Mostra  Internazionale  d’Arte Cinematografica era stato testato col pubblico ASACdati, il data base in corso di strutturazione  da  parte  di  3Deverywere,  una  spin-off  accademica  generata  dal Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Padova.
Mano a mano che il progetto procede – ed entro l’anno sarà concluso, quanto alla creazione del software: ben altro impegno richiederà la popolazione della base di dati – si rafforzano le capacità operative dello strumento, si mettono a fuoco problemi e problematiche che appaiono sia caratteristici della congiuntura complessiva – per un verso di incertezza che sta vivendo il Paese (in particolare per quanto riguarda  le  conseguenze  sulla  disponibilità  delle  risorse  finanziarie  e  di  dunque sulla possibilità di fissare programmi credibili e di adeguata ampiezza e durata) e d’altro canto per la natura di primo avvio della trasformazione epocale in corso (la
cosiddetta rivoluzione digitale) – sia proprio dell’ambito tecnico del lavoro.

Keyword


Biennale; Venezia; Archivio; Storico; Arti; Contemporanee; ASAC

Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.