Politiche editoriali

Ambito di interesse

DigItalia, rivista del digitale nei beni culturali, edita  dall'ICCU, si colloca nel campo dell’editoria periodica specializzata in Italia, individuando quale obiettivo primario lo studio ed il dibattito critico sulle tematiche relative all’applicazione delle tecnologie digitali alle varie tipologie del patrimonio culturale.

 

Sezioni

Saggi

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Progetti

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Documenti e Discussioni

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

Eventi

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

Segnalazioni

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

Atti di Convegni

I documenti di questa sezione sono pubblicati solo on line

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed
 

Peer review

Gli articoli delle sezioni Saggi e Progetti sono sottoposti a peer review.

 

Frequenza di pubblicazione

La rivista, dal 2005, esce con frequenza semestrale.

 

Accesso aperto

Questa rivista fornisce accesso aperto ai suoi contenuti, contestualmente alla pubblicazione dei fascicoli a stampa, ritenendo che rendere le ricerche disponibili liberamente al pubblico migliori lo scambio della conoscenza a livello globale.

 

 

Codice etico

«DigItalia» è una rivista scientifica peer-reviewed che si ispira al codice etico delle pubblicazioni. I contributi possono essere proposti alla rivista dagli autori o su iniziativa del Comitato Scientifico. Tutte le parti coinvolte, direttore, autori, redattori e referees, conoscono e condividono i contenuti del codice di seguito elencati:

 

Doveri del Direttore, del Comitato di redazione e del Comitato scientifico:

- il direttore, i redattori e i membri del Comitato scientifico valutano gli articoli proposti per la pubblicazione in base al loro contenuto senza discriminazioni di razza, genere, orientamento sessuale, religione, origine etnica, cittadinanza, orientamento politico degli autori;

- la decisione di pubblicare o meno gli articoli proposti spetta al direttore insieme ai redattori e ai referee; il direttore è comunque in ultima istanza responsabile della decisione di pubblicare gli articoli sottoposti;

- il direttore e il comitato di redazione si impegnano a non rivelare informazioni sugli articoli proposti ad altre persone, oltre ai referees, prima della loro pubblicazione;

- il direttore e il comitato di redazione, nonché il comitato scientifico e tutti coloro che a vario titolo conoscono il contenuto degli articoli proposti si impegnano a non utilizzarlo, prima della loro pubblicazione, in proprie ricerche senza il consenso scritto dell’autore.

 

Doveri degli autori:

- gli autori sono tenuti a consegnare lavori originali e devono aver dichiarato nel testo tutte le fonti di cui si sono serviti per la loro ricerca;

- l’articolo non deve già essere stato pubblicato altrove; inoltre, una volta accettato dalla rivista, non può essere presentato ad un’altra sede di pubblicazione;

- gli autori devono dichiarare se parte del loro contributo è stato già precedentemente presentato in altra forma (convegno, poster ecc.);

- la corretta e chiara paternità del testo (limitata a coloro che hanno dato un contributo significativo per l’ideazione, la progettazione, l’esecuzione o l’interpretazione dello studio) va sempre esplicitata e tutti coloro che hanno dato un contributo significativo devono essere elencati come coautori. Al momento della consegna l’autore di riferimento deve garantire che tutti i coautori abbiano visto e approvato la versione definitiva;

- sono tenuti a dichiarare esplicitamente che non sussistono conflitti di interessi che potrebbero aver condizionato i risultati della ricerca;

-nel fornire immagini a corredo del testo presentato, l’autore deve dichiarare di aver rispettato tutte le norme che garantiscono il copyright dell’immagine, di aver pagato gli eventuali diritti e di aver ricevuto le dovute autorizzazioni;

- qualora un autore riscontri errori significativi o inesattezze nel testo consegnato ha il dovere di comunicarlo tempestivamente al direttore o al Comitato di redazione, cooperando con gli stessi al fine di ritrattare o correggere il manoscritto.

 

Doveri dei referee:

- i testi ricevuti per la revisione devono essere trattati come documenti riservati e non devono pertanto essere mostrati o discussi al di fuori;

- la revisione deve avvenire entro tempi concordati: qualora il revisore si trovasse nelle condizioni di non poter assolvere al proprio compito entro i tempi stabiliti deve comunicarlo tempestivamente al Comitato di redazione e rinunciare eventualmente all’incarico;

- la revisione deve essere condotta con obiettività e serenità. Il giudizio deve essere espresso senza criticare o offendere personalmente un autore. I referee devono esprimere le proprie opinioni in modo chiaro e con il supporto di argomentazioni documentate;

- i referee non devono accettare (o devono rifiutare) la revisione qualora si trovino in posizione di conflitto di interessi con i contenuti del testo che è stato loro sottoposto.

 

 

 

DigItalia versione a stampa

Rivista del digitale nei beni culturali, periodico semestrale. I fascicoli sono suddivisi in:

  • saggi
  • progetti
  • documenti e discussioni
  • eventi
  • segnalazioni